bannerfoto
 Atanasio Schirò

(1841-1895)

Parroco, insegnante e storico



Nato a Contessa il 28 agosto 1841, compì gli studi classici ed ecclesiastici presso il seminario della diocesi di Monreale, dove fu ordinato sacerdote.

Svolse la sua missione sacerdotale a Contessa nella parrocchia di rito romano ed insegnò per 30 anni nelle scuole locali.

Fu molto conosciuto e apprezzato per la sua cultura a Contessa e in tante altre comunità, dove fu spesso invitato a predicare.

L'avv. Alberto Rizzo di Mazara, storiografo locale, scrisse: "Atanasio Schirò predicò un quaresimale rimasto memorabile negli Annali della Cattedrale di Mazara, pubblicato a cura dei Padri Capitolari".

Come storiografo di Contessa scrisse tre opere:

- "Il Castello di Calatamauro " (pubblicato a Palermo nel 1887);

- "Il Monastero di S. Maria del Bosco di Calatamauro" (pubblicato a Palermo nel 1894);

- "Memorie storiche su Contessa Entellina" (pubblicato a Palermo nel 1904)

I Contessioti, riconoscendo i suoi meriti religiosi e culturali, nella chiesa della Madonna della Favara gli dedicarono un monumento, su cui sono incise queste parole: "Schirò Atanasio, parroco vicario latino zelantissimo, socio di storia patria siciliana, dotto nell'eloquenza e nelle lettere, insignito da Leone XIII di pontificia onorificenza, piissimo parroco della Madonna delle Grazie, restaurò questa chiesa decorandola di sontuoso organo, di ori, stucchi, marmi".

Atanasio Schirò morì a Contessa il 29 luglio 1895.